Obbrobbriopedia: “piuttosto che”

958
Piuttosto che: espressione che, utilizzata  con valore disgiuntivo, indica chiaramente che chi si sta esprimendo è un coglione.
Durante un corso di marketing o un webinar, per esempio, si potrebbero udire espressioni del tipo “a questo punto al cliente verrà inviato un sms, piuttosto che una mail, piuttosto che una comunicazione cartacea”. Tali usurpatori della lingua italiana dovrebbero sparire, crepare, liquefarsi. Snob del cazzo, ignoranti, pezzi di merda.


17 Commenti

  1. Non sarà un grosso problema: almeno a me non distrae. Sono peggiori coloro che buttano virgole a cazzo. Auspichi la morte di questi per darti un tono? Ecco, smettila e proponici il tuo testo invece che prendertela con cazzate simili. Sono mesi che qua si parla del tuo testo in uscita, aspettiamo…

  2. Io, semplicemente, mi limito a non capire quello che intendono. Se qualcuno mi dice: "Potrei inviarti un sms piuttosto che una mail", io capisco che mi invierà un sms invece che una mail.

  3. Io credo che dobbiamo rassegnarci, ormai il male è endemico. Ed è una peste che viene dal nord. Fondiamo una Onlus per la conservazione del piuttosto nel suo corretto uso avversativo?

  4. Approvo in toto la tua mozione.
    Insieme a quelli del 'piuttosto che' disgiuntivo, possiamo mettere a morte anche coloro che hanno fatto della ridondanza del 'ne' complemento (ma anche del 'ci' complemento di luogo) la loro nuova bandiera? Ogni volta che in tv, in radio o sui giornali sento/leggo "di questo ne parleremo più tardi" o simili, mi vien voglia di mettere mano alla lupara! è_é

    • Dal momento che sono considerato pazzo da quando mi facevo le seghe riporto il referto della dottoressa Angelini Franca su richiesta della psichiatra Fabiani Paola (medico di base) a cui è stato richiesto, dalla 'commissione medica locale patenti' di Forlì, un parere. – Data 06-08-2014- «Conosciuto da questo servizio per contatti episodici per disturbi dell'umore in disturbo della personalità, non è più in trattamento da oltre 5 anni, nè ha avuto altri contatti con questo CSM. Dal punto di vista psichiatrico non emergono dal colloquio segni di scompenso: non ci sono alterazioni sul piano percettivo, ideativo e dell'umore, nè alterazioni dei riflessi, dell'attenzione e della concentrazione». – Uccidiamo tutti, nè psichiatri nè medici sanno scrivere decentemente un referto per soli 23 euro Minty!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here