Il vero futuro dell’editoria

Questo è un guest post molto particolare. John Cialtron, infatti, viene dal futuro. Un futuro non molto lontano, quello del web 3.0. Gli abbiamo chiesto di illustrarci, in anteprima mondiale, quale sarà il vero futuro dell’editoria. A lui la parola.

Cari lettori di Obbrobbrio,
nel vostro tempo si sta già registrando una crisi dell’editoria. La  gente legge sempre meno, e non me la sento di dargli torto. Nel mio tempo, questa crisi è stata superata alla grande mediante un rivoluzionario stratagemma di marketing: il pay-to-read. Avete capito bene: i lettori non acquistano un libro, ma vengono pagati per leggerlo.
Il tempo, si sa, è denaro. A nessuno piace sprecare intere giornate leggendo uno stupido romanzo. In compenso, però, pare che tutti abbiano qualcosa da dire. Tutti vogliono scrivere, tutti vogliono appiccicarsi l’etichetta di scrittore sulle chiappe. Il pay-to-read è la soluzione win-win che viene incontro con successo alle necessità di tutti. “Cosa ci guadagna l’autore?” vi starete chiedendo. Domanda lecita, sebbene anche nel vostro tempo gli scrittori non guadagnino una mazza. L’autore guadagna eccome, grazie agli sponsor. Vediamo un esempio pratico. Supponiamo che Alessandro Manzoni avesse pubblicato I Promessi Sposi sfruttando le opportunità concesse dal Pay-to-read. Questo potrebbe essere un estratto della sua opera:
Per una di queste stradicciole, tornava bel bello dalla passeggiata verso casa, sulla sera del giorno 7 novembre dell’anno 1628, don Abbondio, curato d’una delle terre accennate di sopra: il nome di questa, né il casato del personaggio, non si trovan nel manoscritto, né a questo luogo né altrove. Diceva tranquillamente il suo ufizio, leggendolo sul suo meraviglioso Kindle IncrediPaper 8. Tal dispositivo gli arrecava gaudio e soddisfazioni, grazie alla sua leggerezza e al suo design accattivante.

 

Dopo la voltata, la strada correva diritta, forse un sessanta passi, e poi si divideva in due viottole, a foggia d’un ipsilon: quella a destra saliva verso il monte, e menava alla cura: l’altra scendeva nella valle fino a un torrente; e da questa parte il muro non arrivava che all’anche del passeggiero. Il curato, voltata la stradetta, e dirizzando, com’era solito, lo sguardo al tabernacolo, vide una cosa che non s’aspettava, e che non avrebbe voluto vedere. Due uomini stavano, l’uno dirimpetto all’altro, al confluente, per dir così, delle due viottole: un di costoro, a cavalcioni sul muricciolo basso, indossava delle stupende Nike Boomshock rosse, e ne parlava in termini entusiastici al suo compagno esaltandone la comodità e la perfetta traspirazione. 

 

Visto? E’ semplice. Finito il libro, al lettore verrà sottoposto un breve questionario volto a capire se ha dedicato sufficiente attenzione all’opera. Inviate le risposte, il lettore riceverà un accredito sul suo conto corrente.
Il Pay-to-read è la nuova frontiera della letteratura. Il denaro incentiva il lettore molto più di una stupida fascetta editoriale o di una recensione a pagamento e la pubblicità presente nel testo consente all’autore di non morire di fame (come meriterebbe).
Insomma, come dice il mio motto: “don’t stay hungry: stay strunz”.
 
John 3.0 Cialtron

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here