giovedì 27 dicembre 2012

Inutili considerazioni sul 2012


Cari Visitors,

Obbrobbrio è nato da circa quattro mesi e, nonostante la canicola sia ormai un lontano ricordo, le mie ascelle sono ancora commosse per il sorprendente numero di visite e commenti ottenuto da questo minuscolo orifizio della rete.

martedì 25 dicembre 2012

Buon compleanno Gesù!


Vi chiedo di chiudere un occhio per eventuali errori o refusi, ma ho scritto e pubblicato questo racconto natalizio da ubriaco. Da buoni cristiani, so che mi perdonerete (cit. Bill Hicks).
Buona lettura!

domenica 23 dicembre 2012

Le 10 cazzate più comuni che un vegetariano deve sopportare



Il luogo comune vuole che i vegetariani vadano in giro per cene e buffet, armati di un kit da esorcista, a ricordare agli onnivori quanta sofferenza c'è dietro un hamburger.

Vi sorprenderà sapere che non conosco alcun vegetariano che possa vantare un bilancio attivo delle rotture di balle, dato che siamo noi in genere a subire delle punzecchiate apprezzabili quanto le battute su Hitler e la bolletta del gas. Vi sorprenderà soprattutto sapere che in genere il vegetariano non ama intraprendere l'annoso argomento, ma glielo tirano fuori dalle viscere coi metodi più subdoli.

Ebbene, ho deciso di stilare un elenco delle dieci boiate più odiose che un vegetariano/vegano deve sopportare nelle occasioni più disparate.

venerdì 21 dicembre 2012

Il monologo interiore



Eccoci giunti al quinto capitolo del nostro corso "Scrivere di merda". Dopo aver trattato l'annosa questione della costruzione del personaggio, immagino siate riusciti a crearne soltanto uno: un tizio, o una tizia, che in qualche modo vi somiglia. Lungi da me volervi salvare dalla trappola dell'autobiografia, devo riconoscere che  un solo personaggio non ci consente di affrontare il tema del dialogo. E' per questo che oggi parleremo del monologo interiore, croce (per chi legge) e delizia (per chi scrive) della narrazione.

giovedì 20 dicembre 2012

Mandorlini e il calcio dei preti

(foto scroccata dal sito scrivonapoli.it)

Lo ammetto: odio il calcio e non lo seguo da almeno dieci anni, ma di fronte a certe notizie non riesco a rimanere indifferente.
Essendo il sottoscritto un terrone trasferitosi a Verona, mi è giunta voce di una sentenza sportiva che mi ha fatto morire dal ridere, cosa da non sottovalutare dato che secondo le fandonie che han messo in bocca ai Maya domani dovrei morire e basta.

Riassuntino: alla domanda posta da un giornalista all'allenatore dell'Hellas Verona Mandorlini, a cui avevano chiesto "che ne pensa dell'odio dei livornesi nei suoi confronti?", il tecnico aveva risposto "orgoglioso di essere odiato".

Ora, lecita o meno tale risposta, la sentenza del Giudice Sportivo in merito alla frase incriminata è stata la seguente: squalifica fino al 31 gennaio 2013, 20mila euro di multa e...

obbligo di ribadire nelle prossime sette interviste pre e post gara di credere fermamente nei valori sportivi


Insomma, obbligo di redimersi. Come quando il prete impone al peccatore confesso di recitare otto Atti di Dolore, cinque Ave Maria e un paio di editoriali di Famiglia Cristiana.

Che dire, a voi i commenti. So solo che non devo assolutamente perdermi le prossime sette interviste di Mandorlini.




mercoledì 19 dicembre 2012

Occhio alle vostre donazioni


Il buonismo natalizio può portare ad azioni sconsiderate. Una di queste, secondo il mio modestissimo parere, è finanziare enti che investono nella sperimentazione sugli animali (leggi ANCHE vivisezione).

domenica 16 dicembre 2012

10 trucchi per un blog di successo

1- Scrivi articoli perfettamente inutili ma con titoli accattivanti (ad es. "10 trucchi per un blog di successo").

2- Abbonda con le liste. E' l'insegnamento più importante dei dieci comandamenti.

3- Rispondi sempre ai commenti: al lettore piace illudersi che la propria opinione interessi a qualcuno.

sabato 15 dicembre 2012

Il mezzo uomo


Dopo "il piccolo lustrascarpe", un altro tenero racconto natalizio per la gioia di grandi e piccini.


«Dai, zio Bob, raccontaci una storia!» dice la piccola Wendy, saltando sulle gambe del terminator. La vecchia sedia a dondolo scricchiola, oscillando in avanti. Anche Daniel, che dal tardo pomeriggio non ha fatto altro che sorvegliare l'albero nella speranza di incontrare Babbo Natale, si avvicina al cyborg associandosi alla richiesta di Wendy. 

giovedì 13 dicembre 2012

Il piccolo lustrascarpe: un racconto natalizio


In questo periodo i racconti di Natale pullulano in rete, e anche Obbrobbrio vuole dare il suo contributo affinchè anche questo oscuro angolino della blogosfera sprigioni atmosfera natalizia.
Buona lettura!


«Dai, zio Johnny, raccontaci una storia!» dice la piccola Wendy, saltando sulle gambe di Rambo. La vecchia sedia a dondolo scricchiola, oscillando in avanti. Anche Daniel, che dal tardo pomeriggio non ha fatto altro che sorvegliare l'albero nella speranza di incontrare Babbo Natale, si avvicina a suo zio associandosi alla richiesta di Wendy.

martedì 11 dicembre 2012

"La religione è un disturbo mentale"



Dopo l'atterraggio del papa con la "pi" minuscola su Twitter e la morte di Schicchi, non potevo esimermi dal trattare un tema che mi sta particolarmente a cuore: quello della religione.

sabato 8 dicembre 2012

Un'importante collaborazione su oBBroBBrio!




Cari Visitors,

è con estrema emozione che posso finalmente annunciare l'inizio di un'importante - e spero fruttuosa - collaborazione con un editor professionista. Non vi nascondo che in questi mesi, pur di mettervi a disposizione un guru della scrittura creativa (ma che cazzo significa, poi?) ho contattato diversi redattori editoriali con l'obiettivo di scegliere tra loro il migliore.

giovedì 6 dicembre 2012

Poste di merda


Qualche mese fa decisi di farmi un regalo, acquistando su ebay una macchina da scrivere del 1924: una Mercedes "Model 4" che avrebbe dovuto somigliare a quella nella foto qui sopra. Avrebbe dovuto, perchè grazie ai meticolosi impiegati SDA ("Sicurezza, Dinamismo, Affidabilità") mi è stata consegnata in queste condizioni:

sabato 1 dicembre 2012

Curve pericolose


Eccoci al secondo racconto che ha come protagonista l'impavido Ispettore Fritz. Questa volta il nostro beneamato sarà impegnato nelle indagini su un misterioso stillicidio di incidenti mortali alle porte di Berlino. Quali insidie si celeranno dietro la curva?

Buona lettura!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...